Miniatura

La Miniatura all’uncinetto di Cerreto Guidi e Vinci

  • La miniatura di Cerreto Guidi e Vinci

Visitare la Miniatura: aperture e prenotazioni

In generale la miniatura è aperta al pubblico in determinati periodi dell’anno, in particolare modo nel periodo natalizio, durante la settimana di Pasqua, o durante gli eventi che si svolgono a Cerreto Guidi come a Luglio la “Notte d’Isabella”, o a Settembre il palio del Cerro e i festeggiamenti di Santa Liberata, ogni apertura straordinaria viene comunicata sui nostri social Facebook e Instagram. Nei periodi di chiusura è visitabile su prenotazione, basta chiamarci o scrivere un messaggio ai nostri contatti e saremo liete di accogliere i visitatori:

La Miniatura e la sua storia

La miniatura all’uncinetto di Cerreto Guidi e Vinci è un capolavoro di artigianalità, lavoro a mano e creatività. Lunga più di 30 metri, rappresenta nei minimi particolari la campagna toscana, il paese di Cerreto Guidi insieme alla sua Villa medicea, e il castello di Vinci con le mura e il centro storico della città di Leonardo.

Ma la miniatura che osserviamo oggi nasce nel 2014 come presepe, quando Gessica Mancini (fondatrice dell’associazione), insieme a amiche e parenti, a Dicembre prende parte al concorso annuale di Cerreto Guidi “La Via dei Presepi”. Insieme realizzano un presepe dove i personaggi e il paesaggio sono tutti intrecciati all’uncinetto. Questa idea piace talmente tanto, che quel presepe lungo 1,5 metri vale loro il primo premio. In seguito, questo piccolo gruppo di dame e decide di ingrandire il presepe coinvolgendo altre donne del paese. Leggi la storia dell’associazione.

Così dopo un anno di intenso lavoro, a Natale 2015 viene esposto al pubblico un presepe lungo 12 metri che, oltre alla Natività, comprende la campagna toscana con la sua casa colonica, le coltivazioni della zona, l’orto, gli animali, e le abitazioni storiche di Cerreto Guidi ancora riconoscibili percorrendo le strade del paese. Durante le festività natalizie il passaparola porta ad un successo inaspettato, e il presepe raggiunge ben 20 000 visitatori.

Successivamente, in soli sei mesi, viene riprodotta in maglia di cotone anche la Villa Medicea che sovrasta l’intero paese, cinquecentesca residenza di caccia della famiglia Medici di Firenze. Si tratta di un’opera unica nel suo genere, che ricalca fedelmente tutti i particolari. Anche la scalinata progettata dal Buontalenti è stata riprodotta con 7 000 mattoncini di 4cm, cuciti e rifilati assieme. Al ‘presepe’ si aggiungono ancora negozi e abitanti di Cerreto Guidi, ricreati nei minimi particolari: le case arredate anche all’interno e i personaggi basati su quelli reali, ed è così che il presepe muta di nome in “miniatura all’uncinetto di Cerreto Guidi”.

Ma le dame non si sono fermate, ed hanno esteso lo scenario ai paesi vicini, ed è così che è stato inserito anche il castello di Vinci, con le mura e la chiesa del centro storico, un omaggio a Vinci e al suo genio Leonardo. Attualmente la “Miniatura all’uncinetto di Cerreto Guidi e Vinci” ha raggiunto i 30 metri di lunghezza, un capolavoro assoluto di dettagli da scoprire.

Nel video sotto abbiamo raccontato in breve la storia della Miniatura insieme alle sue immagini: